Celtic Publishing Celtic Publishing
Celtic Publishing

Marchio specializzato nelle lingue straniere


Vai su Celtic Publishing
Il Mulino a Vento Il Mulino a Vento
Il Mulino a Vento

Collana di narrativa scolastica di grande prestigio


Vai su Il Mulino a Vento
Raffaello Ragazzi Raffaello Ragazzi
Raffaello Ragazzi

Libri attivi, cartonati d’autore e romanzi


Vai su Raffaello Ragazzi
Raffaello Digitale Raffaello Digitale
Raffaello Digitale
Prodotti interattivi e multimediale per la scuola

Vai su Raffaello Digitale
Raffaello Bookshop Raffaello Bookshop
Raffaello Bookshop

Il negozio online per acquistare tutti i nostri libri


Vai su Raffaello Bookshop
Raffaello Formazione Raffaello Formazione
Raffaello Formazione

Laboratorio di idee per rendere protagonisti i docenti


Vai su Raffaello Formazione

STEAM

STEAM

• Percorsi laboratoriali
• Obiettivi e Traguardi
• Schede di lavoro
• Griglie di valutazione



Con le STEAM verso il metodo scientifico - A cura di Chiara Beltramini e Mauro Sabella

STEAM è un acronimo inglese che sta per Scienza, Tecnologia, Ingegneria, Arte e Matematica. Dal 2016 il MIUR, accogliendo le Raccomandazioni del Parlamento europeo 2006/962/CE (Competenze chiave per l’apprendimento permanente) e in collaborazione con il Dipartimento per le Pari opportunità, ha individuato il mese di marzo come Mese delle Steam.

Il laboratorio
Le Indicazioni Nazionali del 2012 invitano gli insegnanti del primo ciclo a realizzare attività didattiche in forma di laboratorio, che, se ben organizzato, è la modalità di lavoro che meglio incoraggia la ricerca e la progettualità, coinvolge gli alunni nel pensare, realizzare, valutare attività vissute in modo condiviso e partecipato con altri. Il documento fa chiaro riferimento alle discipline STEAM, accomunate da un approccio pratico, che prenda spunto da situazioni reali e che conduca il bambino verso l’acquisizione del rigore scientifico.
Con il documento del 27/02/2018 “Indicazioni Nazionali e nuovi scenari”, il pensiero scientifico, sotto forma di didattica laboratoriale, viene riconosciuto tra gli strumenti culturali fondamentali per la cittadinanza: è indispensabile una didattica delle scienze basata sulla sperimentazione, l’indagine, la riflessione, la contestualizzazione nell’esperienza, l’utilizzo costante della discussione e dell’argomentazione. Gli insegnanti, osservando gli alunni in momenti di ricerca destrutturati, guadagnano preziose conoscenze riguardanti le competenze trasversali raggiunte. Il docente acquista un ruolo di motivatore, incoraggiando l’alunno ad affrontare in modo resiliente la frustrazione dell’errore. Il confronto tra pari, con conoscenze pregresse ed esperienze differenti, si rivela particolarmente efficace. Gli studi scientifici sulla peer education, mostrano che essa è strumento prezioso per la crescita civica e personale: Imparare ad ascoltare, confrontarsi e lavorare in team, sono competenze fondamentali per ognuno.

Il Tinkering
Il Tinkering è un approccio didattico che sta diventando sempre più popolare nelle STEAM. Tinkering significa letteralmente “armeggiare, adoperarsi, darsi da fare”. Lo scopo è realizzare oggetti di vario genere utilizzando materiali di recupero, facilmente reperibili anche in casa. Tra i vantaggi di questa metodologia c’è sicuramente la volontà di avvicinare tutti i bambini alle STEAM in modo ludico: in un mondo prettamente digitale, questo tipo di approccio consente di tornare ad acquisire una importante manualità che coinvolga tutti i sensi.

Come procedere? Il metodo scientifico
Il metodo scientifico, si basa su una serie di attività strutturate, che consentono di raggiungere una conoscenza attraverso l’osservazione dei fenomeni e sull’analisi delle cause. Una raccolta di informazioni verificabili e ripetibili consentono di elaborare delle leggi e delle teorie. Semplici attività di gruppo portano ad un continuo confronto e condivisione delle esperienze. La possibilità di ripetere alcune dinamiche laboratoriali consente agli alunni di comprendere fenomeni non casuali.

• Attività per piccoli gruppi.
• Step di lavoro organizzati secondo il metodo scientifico:
 1. problema: l’insegnante pone una domanda/sfida
 2. ipotesi: in un’attività di brainstorming vengono raccolte le prime ipotesi
 3. materiali: vengono messi a disposizione dei vari gruppi i materiali necessari allo svolgimento degli esperimenti
 4. esperimento: i bambini si cimentano in attività sperimentali
 5. risultati: al termine degli esperimenti vengono raccolti i risultati ottenuti dai vari gruppi
 6. conclusione: viene data una risposta “scientifica” alla domanda iniziale
• Compilazione della scheda di laboratorio.
• Valutazione delle competenze trasversali (autonomia, relazione, partecipazione, responsabilità, flessibilità, resilienza e creatività, consapevolezza).

Copyright Raffaello Libri S.p.A. - Sede Legale: Via dell'Industria - 60037 - Monte San Vito (AN)
R.I. Ancona, C.F. e P.IVA 01479570424 | REA AN-145310 | Capitale Sociale: €1.000.000,00 i.v.

cookie informativi

I cookie sono piccoli file produtti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell'utente tramite il browser quando lo si visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc.. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell'utente anche dopo la chiusura della sessione dell'utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono del sito che si visita (locali) o di terze parti.

Ci sono diversi tipi di cookie:

  • Cookie tecnici che facilitano la navigazione degli utenti e l'utilizzo delle varie opzioni o servizi offerti dal web, come identificare la sessione, consentire l'accesso a determinate aree, facilitano gli ordini, gli acquisti, la compilazione di moduli, la registrazione, sicurezza, facilitando funzionalità (come ad esempio la visione di video ecc...),
  • Cookie di profilazione che consentono agli amministratori di tracciare le attività degli utenti e di mandar loro pubblicità mirata,
  • cookie di terzi parti che consentono l'integrazione del sito con servizi come i Social Network (cookie sociali) per permetterne la condivisione, cookie flash per la visione di video ecc...

Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie. Tutto questo è per migliorare i nostri servizi. Usiamo Google Analytics per raccogliere informazioni statistiche anonime come il numero di visitatori del nostro sito. I cookie aggiunto da Google Analytics sono disciplinate dalle norme sulla privacy di Google Analytics. Se volete potete disabilitare i cookie di Google Analytics.

Tuttavia, si ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l'utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del tuo browser.